il Blog delle nuvole

Home » Autori » Autori 15: Sergio Angiolini

Autori 15: Sergio Angiolini

Categorie

Disclaimer

Sito internet con aggiornamenti aperiodici, non rientrante nella categoria Prodotto Editoriale. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso dell'autore e senza citarne la fonte. Le immagini utilizzate e le fonti appartengono ai rispettivi autori citati ogni qual volta sia possibile.
Sandro Angiolini nasce a Milano il 9 giugno 1920, inizia l’attività di disegnatore ancora studente agli inizi degli anni ’40 realizzando illustrazioni e vignette per periodici umoristici. Successivamente realizza diversi racconti rosa a mezzatinta per le riviste Incanto di Palazzi, Luna Park della Rizzoli e Festival di Baggioli. Dal ’43 al ’48 è uno dei principali animatori del lungometraggio La Rosa di Bagdad di Anton Gino Domenghini distribuito poi nel 1949 e recentemente restaurato. Per le Edizioni Zenith nel 1951 realizza Calam la pantera del West, western vagamente ispirato al personaggio storico di Calamity Jane (alternativa al Pecos Bill della Mondadori che in quegli anni andava molto bene); la testata chiuderà dopo 15 numeri. Nello stesso tempo realizza su testi di Charles Navy L’Uomo Invisibile, pubblicato sul periodico Domani. Sempre nel ’51 inizia una lunga e intensa collaborazione con la Casa Editrice Dardo realizzando copertine per Gim Toro, Capitan Miki, Il Grande Blek che uscivano settimanalmente. Nel ’52 realizza su sceneggiature di Testoni il suo personaggio comico più noto, Chicchirichì. Come animale antropomorfo usa un galletto, animale poco usato dai disegnatori che di solito prediligono topi, gatti, cani, paperi o conigli. Chicchirichì darà il nome alla testata e ospiterà anche personaggi di autori come Antonio Terenghi, Alberico Motta, Sergio Tarquinio e altri; avrà una periodicità mensile fino al ’56 e quindicinale fino al ’58. Sono da ricordare inoltre altri suoi personaggi comici apparsi anche su altre testate, Pinotto, Asso e Giolli, Beccos Bill, Old Paul e Benny, Occhio di Bue, I Pappagalli Moschettieri.
Per la casa editrice Dardo, realizza su sceneggiature di Renzo Barbieri il fumetto western Billy Rock. Nel 1960, in occasione delle Olimpiadi di Roma, realizza diverse illustrazioni a colori per il quotidiano Tuttosport aventi come tema le discipline sportive. Nei primi anni Sessanta per la Casa Editrice Universo realizza moltissime vignette umoristiche per l’Albo dell’Intrepido usando lo pseudonimo Sangio. Nel ’65 riprende il personaggio a fumetti L’Uomo Invisibile per la casa editrice francese Adventures et Voyages
Ma il grande successo per Angiolini arriva con le serie erotiche.
Chiusa la parentesi del fumetto per bambini, western e avventuroso, a metà degli anni Sessanta il destino aspetta Angiolini per farlo contribuire decisamente alla nascita del fumetto erotico. Dal 1966 e fino alla sua scomparsa, Angiolini crea – appunto – unicamente personaggi erotici femminili. Nel 1966, l’imprenditore-jazzista Giorgio Cavedon e il giornalista-romanziere Renzo Barbieri fondano la Editrice Sessantasei (poi RG, dopo ancora Ediperiodici) pubblicando le prime due testate del loro gruppo, Isabella e Goldrake, alle quali si aggiungeranno in seguitoLucifera (Leone Frollo), Messalina (Edgardo Dell’Acqua), Jolanda (Milo Manara), Bonnie (Camillo Zuffi), Jungla (Stelio Fenzo), Hessa (Nevio Zeccara), De Sade (Studio Rosi), Belfagor (Leone Cimpellin), Zip (Mario Cubbino), Walalla (Tito Marchioro), Peter Paper (Raoul Buzzelli),Mortimer (Victor De La Fuente), Super Black (Studio Giolitti), Zordon (Bruno Marraffa), Cosmine (ancora Manara) e decine di altre testate. Angiolini inventa graficamente sia Isabella che Goldrake (testi di Cavedon e Barbieri); del primo ne disegna 119 albi oltre le covers, del secondo solo il n. 1 (poi passato a Giuseppe Montanari & Ernesto Grassani, oggi nello staff di Dylan Dog), oltre ad una cinquantina di copertine (poi passate a Carlo Jacono).
Nel 1969, Furio Viano, inizia la sua attività di editore pubblicando – fra gli altri tascabili – Genius (primo lavoro di Manara) e Vartán, entrambi ideati da Viano stesso (alle sceneggiature arrivano poi in aiuto il “noir” Mario Gomboli per il primo e il veloce Paolo Ghelardini per il secondo).Vartán viene affidata alla creazione grafica dell’esperto Angiolini, che realizza tutti i numeri arrivando a quota 200.
Nel 1972, quando Renzo Barbieri fonda per conto proprio la Edifumetto, uno dei primi a chiamare è proprio il suo amico Sandro, al quale affida alcune belle sceneggiature fra le più divertenti delle collane Fiabe Proibite, Sexy Favole, Fiabe Colorate. Sempre per i fumetti delle edizioni Squalo di Barbieri – oltre una versione de Il mostro di Notre Dame ristampata varie volte – crea pure le sue ultime tre eroine, Una (1976), Belzeba (1977) e La Poliziotta (1980).
Scompare per un improvviso malore il 15 ottobre 1985.
Lo stile inizialmente è molto classico, vicino alla tecnica di Milton Caniff, a cui inizialmente si ispirava. Angiolini evolve la tecnica e lo stile nel tempo svoltando verso una linea chiara molto marcata, più vicina al fumetto comico. I visi dei personaggi, con tratti essenziali a volte semplicistici, trovano forza nelle espressioni forti che ben accompagnano la narrazione. Maestro nella figura femminile, Angiolini disegna donne formose, ma riesce bene nel definire le forme, tanto da far sprigionare una sensualità provocante sia, ovviamente, alle protagoniste più giovani e avvenenti, sia, certo meno facile ed indice di un’alta perizia grafica e di un forte controllo del segno, che si giova pochissimo di ombre e chiaroscuri, alle donne più attempate e ormai sfiorite, a differenza di molti disegnatori erotici, che di solito tendono a rimuovere o a rendere in mio grottesco la figura femminile non giovane, quasi a voler escludere la vecchiaia, l’età, le malattie e tutto quello che è vita vera e vissuta dalla rappresentazione del corpo. Disegnatore rapido ed abilissimo, trasformava con maestria le situazioni più innocenti in occasioni peccaminose.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Lascia al tua email qui per seguirci

Segui assieme ad altri 23 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: